Il Sardinia Radio Telescope (SRT) è un radiotelescopio con uno specchio primario di 64 metri dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF). SRT è equipaggiato con un sistema di ottiche attive in grado di modificare la forma del profilo del riflettore primario (M1) e di muovere opportunamente il riflettore secondario (M2). Questa caratteristica, una volta equipaggiato con opportuni sistemi di metrologia, lo rende capace di osservare a frequenze fino a 110GHz (banda W).

Con il cofinanziamento ottenuto dal PON FSE FESR «Ricerca ed Innovazione 2014-2020» l'INAF intende completare gli sviluppi tecnologici necessari per il pieno sfruttamento del SRT fino alla frequenza massima raggiungibile. Con il presente bando e la procedura di dialogo competitivo da sviluppare, l’INAF intende acquisire un sistema metrologico per il controllo delle deformazioni dovute agli effetti gravitazionali e termici.

Extended TitleOR5-01 — Fornitura di un Sistema Metrologico per il Sardinia Radio Telescope
Extended Description

Con nota prot. n. 424 del 28.2.2018, Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca («MIUR») ha emesso lo «Avviso per la concessione di finanziamenti finalizzati al potenziamento di Infrastrutture di ricerca, in attuazione dell'Azione II.1 del PON Ricerca e Innovazione 2014–2020» (di seguito citato anche come «Avviso»). Il Sardinia Radio Telescope, è stato inserito nell’Avviso quale «infrastruttura di ricerca» assoggettabile al potenziamento, e in risposta all’Avviso, l’INAF ha presentato la proposta progettuale «PIR01_00010 — SRT_HighFreq — Potenziamento del Sardinia Radio Telescope per lo studio dell'Universo alle alte frequenze» («Proposta»), articolata secondo nove «Obiettivi Realizzativi» (di seguito citati anche come «OR»).

Fra questi l’Obiettivo Realizzativo 5, denominato «Sistema metrologico per il Sardinia Radio Telescope», intende acquisire un sistema metrologico per il controllo delle deformazioni della struttura del radiotelescopio (alidada, specchi primario M1 e secondario M2) dovute agli effetti gravitazionali e termici. Il sistema metrologico, inteso come l’insieme di sensori, reti, modelli, ecc., è definito da sottosistemi che raggruppano tipologie omologhe di sensori e di funzioni. Ogni sottosistema concorre a valutare l’entità delle cause o degli effetti delle deformazioni che degradano le prestazioni dell’antenna, con l’obiettivo di correggere le deformazioni del riflettore primario, l’allineamento del secondario e il modello puntamento, sfruttando le potenzialità offerte delle parti attive dell’antenna.

Fra gli obiettivi puntuali,

— Incremento della precisione di puntamento misurando e correggendo con un controllo ad anello chiuso gli effetti gravitazionali e termici che incidono su M1, su M2 e sull’alidada,

— Incremento dell’efficienza superficiale misurando e correggendo con un controllo ad anello chiuso gli effetti gravitazionali e termici su M1,

— Caratterizzazione degli effetti strutturali indotti dal vento,

— Realizzazione di un sistema di archiviazione dei dati e di un modello delle deformazioni.

Oggetto della gara, e finalità da raggiungere con il dialogo competitivo, è pertanto la progettazione, la fornitura, l’installazione e l’integrazione di una rete di sensori metrologici, l’implementazione di un sistema di raccolta e archiviazione dei dati e di un modello delle deformazioni strutturali dell’antenna basato su FEA.

A seguito del finanziamento ottenuto, data l'assenza di soluzioni integrate già disponibili sul mercato, considerato lo sforzo di progettazione necessario e la conseguente difficoltà, da parte della stazione appaltante, di stabilire sia la migliore soluzione sia le specifiche tecniche complessive con sufficiente precisione, INAF ritiene che il dialogo competitivo sia l’istituto più idoneo per la selezione del fornitore in grado di supportare la stazione appaltante nella realizzazione degli obiettivi prefissati per questa gara d’appalto.

Nel documento tecnico descrittivo sono riportati, in modo puntuale, gli argomenti su cui la stazione appaltante ritiene necessario un dialogo con gli operatori economici, i quali saranno chiamati a proporre soluzioni tecniche che consentano il raggiungimento degli obiettivi indicati. Le soluzioni che saranno presentate potranno basarsi su diversi approcci progettuali oppure su differenti scelte tecnologiche.

Dossier di gara completo, con accesso gratuito, illimitato e diretto, all’indirizzo internet

http://eonstor.oa-cagliari.inaf.it/proffice/OR5-01_SMS/

Indirizzo di posta elettronica dove trasmettere le domande di partecipazione:

inafoacagliari@pcert.postecert.it.

Deadline Date2019-09-27
Publication Date2019-08-23
CountryItaly
Procurement StatusActive
TypeCompetitive dialogue
Contract TypeSupplies
Award CriteriaThe most economic tender
Value1880000.00
OrganisationINAF — Osservatorio Astronomico di Cagliari
Attention OfIgnazio Enrico Pietro Porceddu
AddressVia della Scienza 5
TownSelargius
Postal Code09047
Phone+39 07071180216
Fax+39 07071180222
Class Code38635000
Class DescriptionTelescopes
SourceOffice for Official Publications of the European Communities - Tenders electronic daily (Ted)

Related Procurements

Deadline: Oct 23, 2019
Adeguamento al D.Lgs. 264/06 delle gallerie esistenti. Misure compensative. Servizio di sicurezza antincendio e gestione emergenze, pronto intervento antincendio e primo soccorso viabile.
View more
Deadline: Nov 4, 2019
Affidamento del contratto relativo all’attività di progettazione esecutiva, di riqualificazione tecnologica, di gestione e di manutenzione dell'impianto di teleriscaldamento e della centrale di cogenerazione a biomassa sito nel territorio del...
View more
Deadline: Nov 5, 2019
Lavori relativi alle opere di linea e alle relative opere connesse comprese tra il km 140+091 e il km 148+400, con esclusione del tratto compreso tra il km 144+900 e...
View more